• Festy?
  • Eh?
  • Manca l’acqua…
  • Maledetti… Sicura?
  • Neanche una goccia… e avevo appena pulito la lettiera del gatto…
  • Sniff, sniff, si sente…

 

  • Testina?
  • Eh?
  • Te l’avevo detto di non baciare i Visitors.
  • Perché?
  • I Visitors sono vendicativi Testina…
  • Me l’han gufata di brutto…

 

  • Testina?
  • Eh?
  • Non possono essere spietati fino a questo punto…
  • Ti dico che è così
  • Hai pagato l’ultima bolletta?
  • Non ci crederai, ma a ‘sto giro siamo addirittura a credito di un centone.
  • Incredibile. Io lo reinvestirei in energia prima che te la stacchino di nuovo.
  • Moriremo prima, Festy.
  • Tanto io sono già morto.
  • Già. Per questo sei vivo al 100%.
  • Ma cosa può essere stato? Ti sei persa qualche avviso?
  • No… devono essere state le gufate degli infidi Visitors…

 

  • Festy?
  • Eh?
  • Hera dice che è saltata l’intera rete idrica!
  • Wow! Apocalittico! Definitivo!
  • E ci sono solo 80° e 300% di umidità!
  • Fantastico! Moriremo tutti!
  • Di sete? La morte peggiore!
  • No, basterà che un bipede scoperchi un’ascella.
  • Dannati Visitors. Ci vogliono morti soffocati.

 

  • Festy?
  • Eh?
  • Non c’è nemmeno l’acqua per i cani.
  • Qui c’è lo zampino dei cinobuffoni.
  • Ma pecché?
  • Ti macchiasti di parecchi crimini.
  • Cioè?
  • Raccontasti i tuoi cani e pubblicasti le loro foto.
  • E quindi?
  • I cani non si osservano.
  • No?
  • Si sa che sono come i lupi. E pure predatori. Punto.
  • Ah ah ah, già. Mi guarderò un po’ di video…
  • Ridi. Ridi. Non sai che ti sei messa in casa.
  • Vabbè, i miei sono cani urbanizzati. Mica stanno dentro a un recinto.
  • Fa lo stesso, sempre cani sono. Stai in campana. Un giorno o l’altro quelli se abbassi la guardia ti fottono.
  • Pace. Mancherebbero solo loro all’appello.
  • Io non mi rilasserei troppo, Testina.
  • Ma perché non posso parlarne? L’han fatto cani e porci, perfino Hitler.
  • Già, gran cinofilo Adolf.
  • Il capostipite.
  • Un pioniere del gentilismo.
  • Usava pure la pettorina.
  • E i premietti.
  • Già.
  • Poi li ha fatti fare secchi tutti, ma vabbè.
  • Che doveva fare? Tanto da morto non gli sarebbero più serviti.
  • Vero. Ma tu ce l’hai il tascapane col wurstel per ipnotizzare il cane?
  • No…
  • Ce l’hai un Guru qualunque da sleccazzare?
  • Nisba.
  • Te lo sei comprata almeno un diploma di cinoqualcosa?
  • No…
  • Un attestatino di cinoqualcos’altro?
  • Nulla.
  • Cosa ti han fatto guadagnare i tuoi cani?
  • Un sacco di debiti
  • Ce l’hai un BIS  o un BOB qualunque per meglio vendere i cuccioli e le monte?
  • No, tanto di cuccioli non ne sforno.
  • Ce l’hai un straccio di pedigree?
  • La genealogia dei cani?
  • Lascia perdere i cani. Che cazzo c’entrano** con la cinofilia.
  • Quanto la Poesia col poetume.
  • Già, ma almeno il poetume rovina e uccide solo dei pezzi di carta, al limite sacrifica qualche bipede.
  • Già. Per questo ho preferito avere a che fare col poetume.
  • Amo il tuo spirito di abnegazione.
  • Fu scelta stoica.
  • Suicida, direi.
  • Già. Gli umanisti sono la razza bipede più feroce con i cospecifici.
  • Sono più una specie a parte. Comunque dicevo la tua di genealogia.
  • Nada…
  • L’attestato di abilitazione a pronunciare la parola Cane?
  • Nemmeno.
  • Allora devi tacere e morire, te e i tuoi cani.
  • Spietati… Comunque anche Totò parlava di cani.
  • Non solo. Li amava, specie i randagi.

 

  • Festy?
  • Eh?
  • Che si fa?
  • Prega, Testina.
  • Dio?
  • Ma smettila, che cazzo vuoi che importi a Dio di noi.
  • E allora?
  • Prega Hera.
  • Potrà qualcosa contro gli onnipotenti Visitors coalizzati?
  • Ehm… Testina?
  • Eh?
  • Direi che fai meglio a organizzare la Resistenza a lungo termine.
  • Cioè?
  • Fai così: vai un po’ al Conad, che forse è aperto.
  • Assassini… mi costringono al Conad di domenica…
  • I Visitors sono assetati di  sangue, Testina.
  • Una sete inestinguibile…

 

  • Testina?
  • Eh?
  • Non te lo volevo dire ma…
  • Ma?
  • Al Conad ci sarà zeppo così di bipedi senz’acqua.
  • E quindi?
  • Quelli anche quando ce l’hanno non la usano..
  • Figurati con la scusa che non c’è…
  • Non dimenticare la maschera antigas.

 

 

 

* No, no, non le vostre cataratte, dicevo le catEratte proprio

** Per prevenire dibattiti: qui

 

 

POSTILLA POSTUMA

 

  • Festy?
  • Eh?
  • Ma dove siamo?
  • Nella Pace e nell’Amore.
  • Che meraviglia. Ma che è successo?
  • Non tornasti mai più dal Conad.
  • Morii sotto un’ascella?
  • No, i bipedi puzzidi li facesti tutti secchi grazie al tanfo della lettiera del gatto.
  • All I’ve ever learned from love was how to shoot somebody who outdrew you.
  • Halleluja! Vedi perché da noi è pieno di Gatti?
  • Già! Ma allora come avvenne il trapasso?
  • Cadesti disidratata mentre trasportavi i rifornimenti sulla via del ritorno.
  • Finalmente Festy!
  • Ovviamente sulla Terra tornò subito l’acqua.
  • Miracolo!
  • No, dicesti ai Visitors che saresti andata al Conad.
  • Ma non erano al mare? Non saranno mica rimasti in città di domenica come degli sfigati qualunque.
  • Certo. Ma ti spiano e gufano in silenzio anche dai lettini, dagli aerei, dalle auto, dai treni, dalla tazza del cesso.
  • Terribile. Davvero?
  • Sì. Fra trenta secondi queste nostre parole saranno state beccate da almeno trecento avvoltoi e portate via.
  • E dove le portano?
  • Nella putrescente vasca di macellazione dell’Assommoir in cui i bipedi mutanti trascinano le loro stanche esistenze.
  • E cosa se ne fanno?
  • Le sbranano. Per loro sono lettera morta. I mutanti non provano empatia e sentimenti. Conta il divertimento.
  • Ma che divertimento provano in questo?
  • La Morte dell’Altro. È un gioco di società che esiste da sempre tra i bipedi, ma tra i loro mutanti 2.0. è a ciclo continuo. Sono sempre a caccia di nuova carne da macello.
  • Che brutto posto… e nessun bipede si ritira?
  • No, non ti puoi ritirare dal Gioco se vivi all’Assommoir, ne devi abbracciare la Legge.
  • E qual è la Legge?
  • I Guru identificano di volta in volta la preda, la fanno prelevare dagli avvoltoi, e la gettano in pasto ai voraci spazzini che hanno assoldato.
  • E nessuno si stanca del gioco?
  • Forse qualcuno. Ma è costretto a continuare. Altrimenti i mutanti scannerebbero anche lui. O peggio: il Guru lo scomunicherebbe e perderebbe il premio che spera. All’Assommoir puoi pensare solo con la testa del tuo Guru.
  • E non sono mai sazi? Non rischiano l’indigestione?
  • No, si spartiscono la preda con i branchi di iene e sciacalli che brulicano nella Grande Cloaca. È un rito catartico che li unisce e rafforza nella fratellanza.
  • Spaventoso… Ma come fanno a volare così rapidamente?
  • In realtà non volano, hanno le ali mozzate. Si cibano suggendo da quelle orrende protesi triangolari che chiamano smartphone e che si portano ovunque come amuleti.
  • Quelli con cui si riducono a grotteschi pupazzi di cera da mettere su facebook ogni due secondi?
  • Quelli. Solo tu e il tuo demone custode ormai ne siete sprovvisti. È anche lui dei Pesci.
  • Ma  i miei cani?
  • Hanno voluto restare ancora un po’ sulla Terra.
  • E sono salvi?
  • Sì, Sapendoti al Conad, i Visitors ti hanno data per spacciata e hanno restituito l’acqua al Mondo.
  • E il gatto?
  • Lui è con noi, non vedeva l’ora di levarsi dalle palle i bipedi per sempre.
  • E ringrazia che le palle ce le ha ancora.
  • Quassù vengono restituite a tutti. Anche ai poveri cani mutilati sulla Terra. E ovviamente anche le femmine dimezzate tornano tutte finalmente intere.
  • Che meraviglia. Ma ora dov’è il gatto?
  • Ha fatto un salto da San Tommaso.

 

  • Festy?
  • Eh?
  • Dio sia lodato.
  • Chi, i Visitors?
  • Certo. Chi è più ubicuo e onnisciente di loro?

 

  • Festy?
  • Eh?
  • Meno male che non siamo più tra i mutanti.
  • Fiuuuu. Vedi di non averci più a che fare.