La prima volta che l’ho vista è stato un po’ di anni prima che nascesse: su una piccola altura, immobile nel sole come una visione. E ho saputo che la mia l’avrei chiamata Eva.