Quindi ora si chiama “rissa in discoteca” l’esecuzione a calci e pugni di un mite ragazzo di 22 anni da parte di tre gorilla fuori di testa, sotto gli occhi di decine di persone che fanno loro largo, in modo da non intralciarli sul lavoro, godendosi lo spettacolo e filmandolo con i loro smartphone di merda, magari per metterlo su facebook e tirare su qualche like… Non so se mi fanno più paura queste orde di subumani ormai completamente rincoglioniti, o i tre gorilla col cervello bevuto. Ma direi che s’è fatta l’ora di smetterla di aspettarsi qualcosa dall’umanità.