La primavera sarà davvero. Come quando arriva chi  ha disdetto mille appuntamenti non dati, che di strada ti ha chiamato ma poi ha perso la linea dentro a una galleria imprevista; che ti sembrava di aver sentito suonare e invece era un desiderio, un arrivo rimasto impigliato tra le nuvole e il cielo, quando già tutte le margherite facevano capolino per sparire il giorno dopo sotto la neve.