La Mina (stra)vagante

Chiara_De_Luca_La_mina_(stra)_vaganteAll’uscita dalla banca, raggiungendo in tre balzi la Minuzza, notai un foglietto giallo incastrato con minuziosa perizia nel freno. Lo presi, lo piegai con gesto vigliacco, e lo misi in tasca ostentando indifferenza, senza neppure verificare a quanto ammontava il nuovo salasso. Diedi gas.
– Fiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!
– Che c’è?
– Le luci.
– Che hanno le luci?
– Sono spente.
– Ah, aspetti che le accendo.
– Click…. – No, eh? Proviamo così… – Click click… click… – No, eh?– Click… click… cli – click… cli- cli- click… – Sigh
– Allora?
– Eh, mi sa che non funzionano.
– Documenti prego.
– Me li hanno rubati.
– E lei va in giro senza documenti?
– Ero già in giro.
– Ah. E dove stava andando?
– Dai carabinieri.
– Perché? – Mi fece il vigile, incuriosito.
– Per fare la denuncia.
– Di cosa?
– Di smarrimento.
– Di che?
– Dei documenti.
– Quali?
– I miei.
– Ma non mi aveva detto che glieli avevano rubati?
– Non lo so.
– Allora se ne accerti prima di parlare.
– Di cosa?
– Di avere i documenti.
– Ma le ho detto che non li ho.
– Non si può girare senza documenti.
– Lo so, ma io ero in giro da prima.
– E dove andava?
– A fare un giro.
– Ah. Senza documenti?
– Quando sono uscita non sapevo di essere senza documenti.
– Ma lei deve portarli sempre con sé.
– Credevo di averli con me.
– E invece?
– Mi sa tanto che li ho persi.
– Sa che deve fare la denuncia di smarrimento?
– Ci stavo andando…
– E lei esce senza documenti per andare a fare la denuncia di smarrimento?
– Se avessi avuto i documenti non sarei andata a fare la denuncia di smarrimento.
– Ovvio. Ma non ha pensato di usare i mezzi pubblici?
– No, me ne sono accorta dopo.
– Di cosa?
– Di aver perso i documenti.
– E perché prima di uscire non ha verificato se aveva i documenti?
– Perché sono uscita in fretta.
– E perché è uscita in fretta?
– Per andare a fare un giro.
– E perché in fretta?
– La forza dell’abitudine.

– Ah.
– Già… posso andare?
– Dove?
– Dai carabinieri.
– Perché dai carabinieri?
– A fare la denuncia di smarrimento.
– Può venire da noi.
– Ma i carabinieri mi stanno più simpatici.
– Ah. Dunque io le sto antipatico?
– No. Non è un fatto personale.
– Non si deve fare di tutt’un’erba un fascio.
– Bisogna saper distinguere il grano dal loglio. minuzza_back
– Cos’è il loglio?
– Erba, credo.
– Erba?!?
– Scarti.
– Pure di scarto?
– Scarto del grano.
– Ah.
– Già.
– Quindi le sto simpatico?
– Sì.
– Vada, vada. Ma si ricordi le luci.
– Certo. Arrivederci.

 

Chiara De Luca, La mina stra(vagante), Fara editore, Santarcangelo di Romagna, 2006